• HOME
  • CHI SIAMO
  • BANDO
  • GIURIA
  • CLASSIFICA
    • WEB
  • SMARTGALLERY
    • DIVENTA UNA SMARTGALLERY
  • EVENTI
  • PRESS
  • EX EDIZIONI
    • II EDIZIONE
    • I EDIZIONE
  • CONTATTI
Optima Italia
SmartUp
Artribune Fondazione Bevilacqua

Space Matters

0
voti
VOTA OPERA
Space Matters
Gallery:
Space Matters
ARTISTA
Nome: Francesco Cardarelli
Nome d'arte: Francesco Cardarelli
OPERA
Anno: 2016
Materiali: carta fotografica, cartoncino, perni metallici, magneti
Tecnica: collage
Base: 275
Altezza: 76
Profondità: 2
Peso: 1
Prezzo: 0.00 €
Descrizione: Il progetto esplora il campo di percezione che si ha della scultura, la visione di essa manipolata attraverso la fotografia. Gli elementi posti in attenzione sono ritagli prelevati da foto di sculture realizzate durante il periodo degli studi all’Accademia di Belle Arti tra il 1999 e il 2005, in cui la sperimentazione dei materiali scultorei tradizionali era costante. In quegli anni la macchina fotografica è stata uno strumento primario per la scultura: come un album da disegno, non solo aveva la funzione di documentare il lavoro, bensì permetteva un’ulteriore e migliore lettura della volumi e della forma; non di rado dopo la visione delle stampe la scultura veniva modificata. A distanza di anni, la scultura attraverso la fotografia cambia nuovamente forma. Come in un processo alchemico, le stampe fotografiche vengono riviste, rivalutate, ritagliate, portate all’essenziale: non per rimpiangere il passato ma forse per riviverlo con gli occhi del presente, capaci di riconciliarsi con la crudeltà del tempo, di sezionare e selezionare ciò che “deve restare”. Questi “fotoricordi” sono isolati in uno sfondo neutro, colmando un vuoto e allo stesso momento creandolo: un dialogo tra forma e vuoto, spazio per l'immaginazione. L’allestimento è una forma che si compone volta per volta: come in un grembo materno. La forma finale è composta da 16 elementi senza cornici distanziati dal muro da perni metallici di 2 cm tenuti da magneti.