• HOME
  • CHI SIAMO
  • BANDO
  • GIURIA
  • CLASSIFICA WEB
  • EVENTI
  • PRESS
  • EX EDIZIONI
    • II EDIZIONE
    • I EDIZIONE
  • CONTATTI
Optima Italia
SmartUp
Artribune Fondazione Bevilacqua

No bread

3
voti
No bread
Gallery:
No bread No bread No bread No bread
ARTISTA
Nome: Camilla Marinoni
Nome d'arte: Camilla Marinoni
OPERA
Anno: 2015
Materiali: pane azzimo, ceramica, farina, cotone
Tecnica: 7 pani ricamati, ceramica, farina
Base: 150
Altezza: 10
Profondità: 50
Peso: 5
Prezzo: 4.50 €
Descrizione:

Il pane, alimento basico per gli esseri umani, è diventato un alimento con un alto potenziale di valore sacro e trascendente che le religioni hanno amplifcato secondo le loro caratteristiche. Le religioni abramitiche (ebraismo, cristianesimo ed islamismo) rivelano l'importanza di questo cibo, che ne hanno sempre fatto simbolo di vita, dal signifcato spirituale per la crescita della persona stessa, e alimento dello spirito, dell'intelligenza e delle emozioni. Il pane, fatto con pochi e semplici ingredienti come acqua e farina, con l'aggiunta di sale e lievito, viene spezzato, condiviso, moltiplicato ed è segno di amicizia, di fratellanza, di condivisione, di convivialità. Un elemento quindi capace di raccontare anche una guerra come nel caso del mio lavoro che vuol far riflettere sulla complessità del conflitto e la difficoltà di convivenza che da sempre divide Palestina e Israele. I simboli ricamati su ogni pane azzimo sono simboli di unione come il ramo di ulivo o il cuore, e di divisione come il muro o la bomba. Sarebbe bello che questo pane potesse tronare ad essere semplice elemento di vita.


Selfie video descrittivo dell'opera: https://vimeo.com/243158697
Note:

L'installazione può essere esposta in diversi modi ed occupare quindi uno spazio diverso rispetto alle immagini fotografiche. Il portfolio ha una risoluzione molto bassa per stare entro i 2 mega richiesti per cui di conseguenza anche le immagini.