• HOME
  • CHI SIAMO
  • BANDO
  • GIURIA
  • CLASSIFICA
    • WEB
  • SMARTGALLERY
    • DIVENTA UNA SMARTGALLERY
  • EVENTI
  • PRESS
  • EX EDIZIONI
    • II EDIZIONE
    • I EDIZIONE
  • CONTATTI
Optima Italia
SmartUp
Artribune Fondazione Bevilacqua

La Vague (L'onda)

0
voti
VOTA OPERA
ARTISTA
Nome: Renato Aiello
Nome d'arte: René Christian
OPERA
Anno: 2016
Materiali: Stampa digiale
Tecnica: Fotografia digitale in b/n postprodotta
Base: 60
Altezza: 50
Profondità: 3
Peso: 1
Prezzo: 200.00 €
Descrizione:

Vague in francese significa onda, ed è anche il termine con cui si indicò, a suo tempo, la nuova "corrente", una "nuova onda" appunto, di autori e cineasti francesi impegnati come Truffaut nel seguire le orme dei grandi maestri come Hitchcock, attraverso l'uso del piano sequenza soprattutto. Si chiamava "La nouvelle vague" e in tanti piccoli capolavori gioielli del cinema europeo, si respira la magia, la suggestione e l'incanto dei sentimenti: "Jules et Jim", "I 400 colpi", "Effetto notte". Ho cercato di riproporre lo stesso discorso con questa fotografia, scattata quasi per caso, un attimo fortunato. Lo sguardo intenso di questa bellissima ragazza, come un onda che incrocia per un secondo quelli del suo compagno sulla "battigia" del mondo, mi ha ricordato i frame dei film del cinema francese e così ho provato a svilupparla in un bianco e nero morbido ed elegante. I due ragazzi potrebbero non essersi mai visti prima, essere due cuori estranei, soli nel caos del mondo, travolti da quell'onda passionale e magnetica che "muove il sole e le altre stelle", o due amanti, fidanzati da una vita all'eterna ricerca di quella magia d'amore con cui si accende ogni passione. Potrebbero anche essersi lasciati da poco, e quegli occhi rivolti a lui potrebbero essere carichi di nostalgia e malinconia, pronti all'addio, a quel lasciarsi che però non potrà cancellare la meraviglia e il fuoco magico che ognuno di noi porta con sé. Quella fiamma che un bel corto cileno immaginava tempo fa come una sferetta fluorescente all'interno di due sagome disegnate a cartone animato, due cuori in amore, che si scambiano la sfera, si rifiutano a vicenda per poi riunirsi e ritrovarsi sempre. Se non è questa la magia del cinema, dell'arte e dei grandi amori che non conoscono il tempo.


Note: Studi in Comunicazione e Cinema, esperienze in campo giornalistico da più di 10 anni attraverso quotidiani cartacei e siti di cultura e spettacolo, webmagazine su teatro, eventi, arte, mostre, appuntamenti e cinema. Iscritto dal 2009 all'albo dei giornalisti pubblicisti e all'ordine nazionale con numero di tessera 133483, scrivo, realizzo servizi fotografici e video per aziende e redazioni, che si tratti di clip promozionali o pubblicitarie o video interviste e montaggi emozionali. Comunicatore completo a 360 gradi, mi diletto anche nella realizzazione di manufatti artigianali in legno, vetro e ceramica di Vietri, esposti e venduti in occasione di fiere ed esposizioni, insieme a foto e quadri con cui spesso partecipo a collettive a Napoli. Ho anche sottoposto le mie fotografie a concorsi nazionali e internazionali, compreso il Magnum Photography Award, per due anni consecutivi, prima con foto singole e poi con un racconto vero e proprio di reportage fotogiornalistico sull'anniversario delle stragi del Bataclan. Attualmente impegnato in un progetto corale di documentazione visiva sul quartiere dell'area Nordi di Napoli, Scampia.
Video: https://www.youtube.com/watch?v=LQoyGRkPO1A